La cucina napoletana è stata per secoli stagionale e di mercato.
Le donne napoletane scendevano presto per fare il giro dei mercati di pesce e verdura per acquistare quello che la stagione, il mare e la terra offrivano.
Spesso definita
“povera” ma forse più “ricca” ancora di altre perchè “nun se vott’ nient”

Densa, rustica, scura: A’Genovese

Espressione di arcaica golosità: Pasta e patate con provola

Umile nella sua dignità altissima: Bucatino A’ Puveriell

Il vero ragù napoletano unito alla dolcezza latticina: Manfredi alla ricotta

Per Antipasto Mo’ Vec’ Io, tra un Ninetta e un Masaniello.

Ziti spezzati a’ Genovese, Pasta e patate co provola,
Manfredi alla ricotta, Bucatino a’ Puveriello,
le nostre specialità come primi.

Baccalà fritto, Spigola in crosta di sale
e tris di carne al ragù, i secondi.

Babà, Sfogliatelle, Caprese e Sorbetto a limone

Pastiera a Pasqua, Struffoli e Cassata per Natale
Chiacchiere e sanguinaccio per Carnevale

C’è poi la pizza …
pochi semplici elementi
Acqua, farina e pomodoro …